Frasi e aforismi su Febbraio

Frasi e aforismi su Febbraio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi su marzo, Frasi e aforismi sull’inverno e Frasi e aforismi sulla primavera.

**

Frasi e aforismi su febbraio

A febbraio meritiamo tutti una sorpresa e un batticuore,
un lembo di cielo e delle nuvole da inseguire,
la vibrazione di un colore nuovo
e il primo fiore che non ti aspetti.
(Fabrizio Caramagna)

Dammi la mano, Febbraio, proviamo a saltare subito alle conclusioni di questo inverno.
(Fabrizio Caramagna)

Fa freddo, ma lo vedi dalla luce che febbraio s’è già stufato di fare l’inverno, che corteggia la primavera e invece dei fiocchi verserebbe giù coriandoli.
(Fabrizio Caramagna)

Febbraio e il suo sole soffice come le promesse di un bambino.
(Fabrizio Caramagna)

La luce che si appoggia sui bordi di febbraio lo fa con delicatezza. Accarezza le gemme e i fiori ancora fragili.
(Fabrizio Caramagna)

Febbraio prova abiti bianchi davanti allo specchio. Sogna colori che non ha mai visto.
(Fabrizio Caramagna)

L’istinto del sole, la tenacia della gemme, la pigrizia del freddo. Febbraio è l’inverno che si stanca.
(Fabrizio Caramagna)

Febbraio, questo mese ambivalente
dove un manto di neve
copre il primo germogliare del fiore.
Il mattino ci riempie di freddo, il pomeriggio ci sorride.
(Fabrizio Caramagna)

Febbraio.
Quel raggio di sole che ti cade addosso attraverso l’aria fredda e sembra dire “va tutto bene. Sta arrivando la primavera”.
(Fabrizio Caramagna)

Come al gioco del nascondino, le primule sono bambine nascoste nel gelo e sentono che Febbraio le sta cercando e tra poco dirà: “Trovate!”
(Fabrizio Caramagna)

Il fiore di febbraio è più bello perché ci crede.
(Fabrizio Caramagna)

Alcuni giorni di febbraio sono leggeri, giocosi, luminosi. E tu accartocci le domande inutili, le infili in una tasca e aspetti la primavera.
(Fabrizio Caramagna)

Il grande lavoro inizia. Febbraio decifra, scava il passaggio. Rende percepibili i primi segni della primavera. La pozzanghera vuole farsi cielo, l’albero vuole farsi poesia. Nella pupilla dei bucaneve si leggono i primi messaggi di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.