Frasi e aforismi sul notaio

Frasi e aforismi sul notaio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle leggi, Frasi e aforismi sull’avvocato e Frasi e aforismi sul giudice.

**

Frasi e aforismi sul notaio

Andare dal notaio è come visitare un museo interattivo del XIX secolo con un biglietto incredibilmente costoso.
(Fabrizio Caramagna)

Un giornalista deve essere un osservatore e uno scomodo interprete della realtà, altrimenti è solo un semplice notaio.
(Fabrizio Caramagna)

Nessun politico ha mai firmato davanti a un notaio l’adempimento di ciascuna delle sue promesse elettorali.
(Fabrizio Caramagna)

Forse è necessario che alcuni “per sempre” vengano autenticati davanti a un notaio, perché siano validi e la gente cominci a crederci.
(Fabrizio Caramagna)

I notai sono le uniche persone che devono sempre avere fede nelle scritture.
(Fabrizio Caramagna)

I vampiri dovrebbero recarsi da un notaio una volta all’anno per dimostrare di essere ancora morti.
(Fabrizio Caramagna)

2+2=?
Matematico: 4
Filosofo: che cos’è il numero?
Ingegnere: 3.9998
Commercialista: quale risultato vuoi che mettiamo nel 730?
Avvocato: Non importa, facciamo causa.
Notaio: Sotto i 3000 euro, non faccio nessuna somma.
(Fabrizio Caramagna)

UNA COPPIA: -Ti voglio bene. – Io di più
AMICI: – Ti voglio bene. – Anch’io ti voglio bene.
FRATELLI: Ti voglio bene. – Non scherzare!
AVVOCATI: -Ti voglio bene. – Dimostralo.
NOTAI: -Ti voglio bene. – Firma qui.
(Fabrizio Caramagna)

Dichiarazione d’amore di un notaio: “Vorrei essere il diritto di servitù che passa per la tua proprietà”.
(Fabrizio Caramagna)

Disse il notaio: Nella vita bisogna imparare quattro cose
1. Non supplicare nessuno.
2. Non fidarti di nessuno.
3. Non aspettarti niente da nessuno
4. Lascia tutto scritto in un atto.
(Fabrizio Caramagna)

– Ma chi sei tu, per giudicare le mie azioni?
– Infatti io sono il Notaio, sono pagato per giudicare che sia tutto a posto e questa è il foglio che devi firmare dove si attesta l’atto di compravendita della casa.
(Fabrizio Caramagna)

Il culto della precisione porta gli uni a non scrivere nulla e gli altri a scrivere troppo. Si passa dal vuoto enigmatico della ellisse alla descrizione prolissa del notaio.
(Fabrizio Caramagna)

I figli dei medici, dei notai e dei farmacisti, che spesso ereditano le attività di famiglia. Saranno tutti dotati? Passano geni, talenti e ambizioni? Possibile che nessuno voglia fare il marinaio o il cuoco?
(Fabrizio Caramagna)

Ventunesimo secolo e, a differenza degli scribi, degli amanuensi e dei telegrafisti, pare che i notai siano ancora indispensabili.
(Fabrizio Caramagna)

In un futuro lontano non saremmo più costretti a viaggiare con il corpo intero. Dal notaio basterà mandare la mano per firmare, in un museo gli occhi per guardare.
(Fabrizio Caramagna)

Il notaio lasciò questo epitaffio sulla sua tomba: “Attesto che sono morto”.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *