Frasi e aforismi sul rimorso

Frasi e aforismi sul rimorso, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla nostalgia, Frasi e aforismi sul rimpianto e Frasi e aforismi sulla delusione.

**

Frasi e aforismi sul rimorso

Morsi, rimorsi e percorsi. La vita.
(Fabrizio Caramagna)

Davanti a un bivio hai imboccato la strada.
Adesso terremoti di dubbi ti squassano la mente
e ti assalgono rimorsi e rimpianti:
chissà quante quanti destini mancati, quante possibilità perdute.
Non preoccuparti, è quello che succede ogni volta che affronti l’ignoto.
Non guardare indietro. Vai avanti e respira.
(Fabrizio Caramagna)

Il rimorso vorrebbe cancellare un pezzo di passato.
Il rimpianto vorrebbe costruirlo, ma sa che ormai è tardi.
(Fabrizio Caramagna)

Il rimorso dà un sapore amaro alla nostalgia.
(Fabrizio Caramagna)

Il blu profondo del cielo, quel vento che non ti aspetti e i pensieri che han perso la direzione. E tu che oggi scambieresti il rimorso col rimpianto.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono notti ideali per i rimorsi e notti ideali per i rimpianti.
(Fabrizio Caramagna)

Il rimorso è la goccia del rubinetto che suona di notte, ricordandoci che abbiamo qualcosa da aggiustare.
(Fabrizio Caramagna)

Provare rimorso è un castigo autoinflitto.
(Fabrizio Caramagna)

E’ questo il rimorso. Io vedo in ciò che ho fatto solo ciò che non ho saputo fare.
(Fabrizio Caramagna)

“Voglio te” e “non lo sapevo”.
Due espressioni che, se unite, possono essere travolgenti e piene di rimorsi.
(Fabrizio Caramagna)

Abbiamo inventato i rimorsi per sentire meglio la lama delle cose fatte male sulla pelle.
(Fabrizio Caramagna)

Ciao piccolo e incerto rimorso, vuoi ingrandirti un po’ con me?
Ti porto tra i miei ricordi a vedere tutte le cose che non avresti dovuto fare.
(Fabrizio Caramagna)

Tra conscio e inconscio, chi governa il rimorso?
(Fabrizio Caramagna)

C’è una coscienza che ci dà rimorsi più della coscienza stessa: la coscienza del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Sotto il velo pietoso c’è di tutto: i rimorsi, i rimpianti, l’imbarazzo, il ridicolo, i fantasmi di ciò che non siamo mai stati.
(Fabrizio Caramagna)

Appena spuntato, come fa il salice piangente a essere già così pieno di nostalgia, lacrime e rimorsi?
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.