Frasi e aforismi sulla voce

Frasi e aforismi sulla voce, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle parole, Frasi e aforismi sul suono e Frasi e aforismi sulla musica.

**

Frasi e aforismi sulla voce

Il tono di una voce dice di più su qualcuno di tutto ciò che qualcuno può dire su se stesso.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono cose che devi dire a voce alta per capire che sono vere. Per sentire il suono che fa una persona quando non c’è più.
(Fabrizio Caramagna)

Forse parlo a bassa voce perché sono sicuro che l’anima dell’altro sia abbastanza vicina da sentirmi.
(Fabrizio Caramagna)

Della voce mi piace la storia ufficiale, fatta di suoni e cadenze stabilite, ma mi piace anche la storia segreta, l’intimità che viene indossata solo in certi momenti con certe persone.
(Fabrizio Caramagna)

La voce ha il tono, il ritmo e l’intensità. In proporzioni variabili.
Alcune voci ti colpiscono per il tono, altre per il ritmo, altre per l’intensità.
(Fabrizio Caramagna)

Di certe voci si dovrebbe ascoltare prima il respiro, per capire.
(Fabrizio Caramagna)

La voce, gli sguardi d’intesa e altri meravigliosi modi per perdere l’equilibrio e cascare dentro la felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Un bicchiere di vino, lasciarsi prendere dai riflessi della sera.
E quel non so che di sospeso e sacro nel parlare a bassa voce.
(Fabrizio Caramagna)

La magia delle parole a bassa voce, le sedie che scricchiolano, le risate improvvise che lacerano la notte e lo spazio che si allarga per farti respirare.
Chiacchierare fino a tardi continua ad essere uno dei gesti più belli che due persone possano regalarsi.
(Fabrizio Caramagna)

L’eleganza di alcune parole è tutta nel tono. Certe persone sembrano indossare seta quando parlano.
(Fabrizio Caramagna)

– E’ da tanti anni che state insieme, qual è il vostro segreto?
– Con me ha sempre le parole giuste, ma lei è speciale anche nel silenzio. Hai presente quando nel silenzio di qualcuno trovi la tua voce?
(Fabrizio Caramagna)

Penso con la tua voce,
parlo con i tuoi pensieri.
(Fabrizio Caramagna)

Niente come la tua voce colora i silenzi tra una parola e l’altra.
(Fabrizio Caramagna)

Prendi pure la mia voce innamorata, ti ascolto.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un momento in cui tutto nell’altro inizia a modificarsi.
Le cose, le parole, la voce. Lo sguardo.
A volte ti adatti.
Altre volte invece, senza neanche renderti conto, stai già preparando l’addio. Ci vogliono giorni, mesi o anni, ma è in quella fenditura che una parte di te comincia ad andarsene.
(Fabrizio Caramagna)

Lei annodava i giorni con un filo di voce, di malinconia e di vento.
(Fabrizio Caramagna)

Le voci si colorano e poi si scolorano con l’uso e il tempo. Le voci dei vecchi anziani non si distinguono tra di loro allo stesso modo del grido dei neonati.
(Fabrizio Caramagna)

In un locale pieno di rumore e persone e fumo non riuscire più a parlare. E’ come se la voce fosse un fiore e non le venisse più garantita la giusta temperatura e umidità e luce. Si nasconde dentro la gola e, se esce fuori, comincia a tremare ed appassire, e anche le parole più profonde suonano vuote.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace l’estate.
C’è una voce nelle cose che risponde a qualsiasi domanda.
(Fabrizio Caramagna)

La voce di David Bowie trasforma l’asfalto in un tappeto di velluto messo lì apposta per riportarti a casa.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.