Frasi e aforismi sul profumo

Frasi e aforismi sul profumo, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul respiro, Frasi e aforismi sull’aria e Frasi e aforismi sulla pelle.

**

Frasi e aforismi sul profumo

Se c’è una cosa che è intima e non va condivisa con chiunque è il profumo. Il profumo è l’invisibile, un frammento d’anima, solo chi ti ama può sentirselo addosso.
(Fabrizio Caramagna)

Anche gli odori della pelle hanno un loro tono di voce, impossibile da confondere.
(Fabrizio Caramagna)

Una goccia di profumo può smuovere una tonnellata di ricordi.
(Fabrizio Caramagna)

Quel suo odore che penetrava fin dentro le ossa.
Non saprei dire da dove passava. Se dai pori della pelle o da qualche varco invisibile della mia anima.
Ma non potevo farne a meno.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piacciono i profumi che hanno una storia da raccontare.
La storia di un corpo, ma anche la storia delle tempeste e dei sogni che hanno visitato quel corpo.
(Fabrizio Caramagna)

Non era un profumo qualunque, il suo.
Era, ma questo lo capii nel tempo, una sfida a mutare il mio debole olfatto in una vista acuta che scopriva ogni segreto del suo corpo.
(Fabrizio Caramagna)

E a un tratto incrociare nella sera un profumo selvaggio di fiori e muschio, che se ne va per le vie tutte solo, senza nessuna donna dentro
(Fabrizio Caramagna)

Un fiore senza profumo non è che un fiore tra tutti gli altri. Un profumo senza fiore può essere tutti i fiori che stai sognando.
(Fabrizio Caramagna)

Io me lo ricordo il profumo del gelsomino. E le maniche corte. E la pelle arrossata dal sole. E i sorrisi. Quelli grandi. Quelli sporchi di futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Al buio, il profumo del gelsomino è una seconda pelle.
(Fabriio Caramagna)

Oggi è un giorno tiepido di primavera, di quelli che il sole si diverte a stendere fiori sul prato, mischiando colori, profumi e scie di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Ha un modo di pronunciare la parola “felicità”,
che ogni volta sembra riempirla del suo colore e del suo profumo.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono curve di te che conosco a memoria.
Ci sono profumi di te che scorrono come fiumi nella mia pelle.
(Fabrizio Caramagna)

Il profumo di un fiore invisibile portato dal vento dona al deserto un supplizio e non una delizia.
(Fabrizio Caramagna)

Chissà che cosa pensano i fiori dei profumi delle donne.
(Fabrizio Caramagna)

C’era quel buon profumo che lascia la neve, ma non saprei descriverlo. Nelle narici dura pochissimi secondi e subito lascia il posto al bagliore bianco.
(Fabrizio Caramagna)

Il profumo di foglie bagnate e di nebbia leggera, dovrebbe avere un nome tutto suo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.