Frasi e aforismi sul respiro

Frasi e aforismi sul respiro e il respirare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’aria, Frasi e aforismi sul sospiro e Frasi e aforismi sul sorriso.

**

Frasi e aforismi sul respiro e il respirare

Ti si incastrano tra il respiro e le vene. Certi colori. Certe canzoni. Certe persone.
(Fabrizio Caramagna)

Il sorriso permette all’anima di respirare.
(Fabrizio Caramagna)

Fai un respiro, tuffati in un campo di girasoli e compi il tuo destino
(Fabrizio Caramagna)

Cogli l’istante,
ferma il tempo,
respira la vita,
colleziona ricordi.
(Fabrizio Caramagna)

Viene a respirare le stelle con me? Portati l’anima e un sogno da esaudire.
(Fabrizio Caramagna)

Di te mi piace che ti respiro sottovoce, mentre il cuore batte a squarciagola.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni qui. Tra le mie braccia c’è un rifugio. Tra il collo e le spalle due possibili stanze. Sul petto un cuscino per sogni mai sognati. Sulle labbra uno scrigno per il tuo respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Il mio paese.
È casa, radici, colori, respiri, sangue, orizzonte che mi appartiene.
E una strada che porta sempre dove bisogna essere, in quel punto esatto della felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Di te mi piace che ti respiro sottovoce, mentre il cuore batte a squarciagola.
(Fabrizio Caramagna)

Come quando si respira meglio con le labbra di qualcun altro.
E’ questo lo stare bene.
(Fabrizio Caramagna)

Non respiro bene che sotto la pelle di chi amo.
(Fabrizio Caramagna)

Rileggere il tuo sorriso, per meglio respirarlo.
(Fabrizio Caramagna)

A volte, vicino non è abbastanza.
E neanche addosso.
Meglio sotto la pelle, dentro il sangue, in fondo ai respiri.
(Fabrizio Caramagna)

E poi tutti i tuoi “mai più”, smentiti da un bacio, tra un respiro forte e l’altro.
(Fabrizio Caramagna)

I respiri, sono solo un modo per scandire il tempo che mi separa da te.
(Fabrizio Caramagna)

E se l’amore fosse una respirazione bocca a bocca con l’universo, un rianimare qualcosa ed un essere rianimati?
(Fabrizio Caramagna)

La delicatezza è il vento che si ferma, per sentire il respiro delle lucciole.
(Fabrizio Caramagna)

Piccoli momenti di felicità. Respirare l’aria del mattino, prendere una mela dal suo cesto, riempirsi gli occhi di colori.
(Fabrizio Caramagna)

Il giorno ansima nell’urgenza. Solo la notte si lascia respirare.
(Fabrizio Caramagna)

Una terrazza, il vento, un tavolo, dei bicchieri, le parole che corrono. Certe sere sanno stare tutte in un respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi così.
Gli scudi abbassati, lo sguardo che sa di vette e di cieli e i pensieri finalmente liberi di respirare.
(Fabrizioo Caramagna)

Il respiro lieve del week end, la delicatezza del mattino che ti sveglia pian piano, la voce delle cose che aspettavi da tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Certi luoghi non si guardano soltanto. Si respirano con l’anima
(Fabrizio Caramagna)

Respira e saprai che cos’è un fiore. Sii un fiore e saprai che cos’è un respiro.
(Fabrizio Caramagna)

I fiori di giacinto ondeggiano debolmente nel vento, con il respiro di un mondo diverso rispetto a quello in cui gli altri mi invitano a stare.
(Fabrizio Caramagna)

Quando canta, l’usignolo soffia un’aria più pura di quella che respira.
(Fabrizio Caramagna)

A furia di respirare cielo e mare, sto diventando dello stesso colore della felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Guardare il mare di notte come si guarda una madre che dorme. Avere cura di ogni suo respiro. Imparare a udire quel suo fiato che sembra dire “Apriti alle cose e sogna”.
(Fabrizio Caramagna)

Mentre dormi, sento il tuo respiro raccontare al mie petto ogni motivo per cui stiamo insieme.
(Fabrizio Caramagna)

Andare su uno scoglio fuori dalla vista di tutti e respirare un’aria non toccata da nessuno
(Fabrizio Caramagna)

La vacanza è quando riprendi a respirare con il tuo ritmo.
(Fabrizio Caramagna)

Amo certi ponti. Trattengono il respiro e lo stupore di chi ci è passato sopra.
(Fabrizio Caramagna)

Di fronte a un campo di tulipani, respirarci pian piano.
(Fabrizio Caramagna)

L’ombellone aperto, la stoffa che si tende nell’aria, poi si appiattisce, poi si tende ancora.
L’immagine del respiro del mare.
(Fabrizio Caramagna)

Le nuvole correvano lentamente, come dei respiri che cercavano delle labbra, come degli enigmi incantati. Tu le guardavi e sorridevi.
(Fabrizio Caramagna)

Guardando la neve che cade,
anche il silenzio trattiene il suo respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Hai presente quando fai un respiro e poi lo devi restituire. Ecco funziona allo stesso modo con la felicità. Funziona tutto come un respiro
(Fabrizio Caramagna)

Tra un mulino a vento e una corrente d’aria piena di strani presagi, deve essere lì che ho perso il tuo respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Nessuno conosce il nostro respiro meglio del nemico che desidera strangolarci.
(Fabrizio Caramagna)

Dovrebbero metterle in una scatola le sere tiepide di fine estate, aria, riflessi e sogni compresi, per respirarle durante i primi freddi dell’inverno.
(Fabrizio Caramagna)

Per conquistare una persona,
non importa solo quanto cuore ci metti, ma quanti respiri riesce a togliergli.
(Fabrizio Caramagna)

Ostinatamente aspetto. Quel giorno in cui smetterai di vivermi come fuga e inizierai a respirarmi come casa.
(Fabrizio Caramagna)

Ti aspetto qui. La scala non è poi così alta. I respiri del tempo sono lievi. E insieme si vede un cielo diverso, più morbido e aperto, dove ci si infila l’incanto.
(Fabrizio Caramagna)

Ah, se i pensieri potessero essere ascoltati dolcemente nel modo in cui lo può essere l’inspirazione e l’espirazione del respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Le pietre respirano. Una volta ogni mille anni e la nostra vita è troppo breve per accorgersene
(Fabrizio Caramagna)

Oggi così sensibile che sento pure la respirazione diaframmatica delle stelle.
(Fabrizio Caramagna)

Non trattenere un pregiudizio più a lungo di quanto tu possa trattenere un respiro.
(Fabrizio Caramagna)

L’ultimo respiro è l’ultimo della fila. Ma aspetta con pazienza da anni. Senza mai lamentarsi.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.