Frasi e aforismi sul nuoto e il nuotare

Frasi e aforismi sul nuoto e il nuotare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare, Frasi e aforismi sulla piscina e Frasi e aforismi sul tuffo.

**

Frasi e aforismi sul nuoto e il nuotare

Una buona nuotata socchiude gli occhi, allunga le braccia, illumina l’irrisolto e pulisce quanto è stato ferito.
(Fabrizio Caramagna)

Al settimo cielo non si va volando. Si va nuotando.
(Fabrizio Caramagna)

Una nuotata al largo, in un mare trasparente, ha il potere di renderti invincibile.
(Fabrizio Caramagna)

Da una parte all’altra di me stesso ci sono sempre arrivato nuotando in mare.
(Fabrizio Caramagna)

Le bracciate dentro il cloro della piscina. Perdo respiri e battiti, recupero luce e bellezza.
(Fabrizio Caramagna)

Le bracciate che incontrano una fresca resistenza. Il volto affonda, riemerge per respirare. La schiena come equilibrio, le gambe come onde. La fatica euforica del nuotare nella scia d’acqua.
(Fabrizio Caramagna)

Nel nuoto sei sospeso tra due dimensioni:
l’orizzonte e il tuo respiro.
(Fabrizio Caramagna)

Nuotare anziché camminare. Assumere una forma liquida per ritrovare la propria identità.
(Fabrizio Caramagna)

Piscina vuota. E nel silenzio solo il suono ovattato delle mie bracciate e il battito pulsante del cuore.
(Fabrizio Caramagna)

Non è solo nuotare, è lasciare che il mare non si stanchi mai di te.
(Fabrizio Caramagna)

Sono la prima bracciata in mare dopo il lungo inverno, sono una minuscola parentesi di festa in mezzo a tanti doveri, sono una guizzante fuga di schiuma verso l’orizzonte.
(Fabrizio Caramagna)

Del mare amo la vastità, quel suo seminare e liberare nell’aria respiri e richiami di libertà.
E ogni volta so che l’ormeggio dal mondo si scioglie appena entro nelle sue acque, che il viaggiare a bracciate verso l’orizzonte è l’inizio di qualcosa di nuovo.
(Fabrizio Caramagna)

Di questa prolungata nuotata fino al largo ricorderò il cielo, mai guardato così a lungo, mai con l’anima così nuda.
(Fabrizio Caramagna)

Per me il nuoto è un viaggio di superficie, con un occhio rivolto sempre all’abisso che sta sotto. E’ scambio tra due epidermidi, quella del mare e quella del corpo. Il nuoto è un andare e tornare, e un cucire l’orizzonte alla terraferma col filo del fiato e con bracciate ben date.
(Fabrizio Caramagna)

Il mare mi prepara una culla di azzurro con merletti di cielo e io mi immergo e so che ogni volta rinasco.
(Fabrizio Caramagna)

Nuotando i miei pensieri diventano liquidi, guardando sul fondo tutto ha un senso, è come se mi tuffassi dentro la parte più vera di me stesso.
(Fabrizio Caramagna)

Quando sei dentro un problema e non sai come affrontarlo, di qualunque cosa si tratti, la soluzione è un momentaneo stato di nuoto e poi una discesa in apnea.
(Fabrizio Caramagna)

Quante volte ho nuotato dentro gli occhi del mare e ho visto i suoi sogni. Una volta un’onda ha attaccato un carro a una nuvola e si è fatta portare oltre l’universo. Quando torno a riva, so di aver lasciato qualcosa di indicibile.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni volta nuoto e mi pare di averlo percorso in sogno questo azzurro che mi circonda. Quando mi immergo e tocco il fondo è come se entrassi dentro la sorgente che dà da bere al mistero delle cose.
(Fabrizio Caramagna)

Ho quello stile inconfondibile di chi sa nuotare con fluidità in un campo di fiordalisi.
(Fabrizio Caramagna)

Avrei nuotato tra le tue braccia. Sarei scivolato lungo la linea della tua schiena, e il mio corpo si sarebbe fermato all’ombra dei tuoi respiri.
E invece sei svanita.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.