Frasi e aforismi sul papà e il padre

Frasi e aforismi sul papà e il padre, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui genitori, Frasi e aforismi sul figlo, Frasi e aforismi sulla mamma e la madre e Frasi e aforismi sul figlio.

**

Frasi e aforismi sul papà e il padre

Un bambino sulle spalle di suo padre: nessuna piramide o colonna dell’antichità è più alta
(Fabrizio Caramagna)

Mio padre che mi prende il viso tra le mani e sorride. Ci guardiamo con quello sguardo che non dice niente ma dice tutto a chi lo sa. E le cose più belle sono lì dentro.
(Fabrizio Caramagna)

Un padre è qualcuno che ti prende in braccio e ti insegna a ridere. Qualcuno che quando chiudi gli occhi puoi sentire il suo cuore battere nel tuo. Qualcuno che con la sua mano grande come il cielo ti indica la strada. Qualcuno che, basta un soffio appena nei polmoni, per toglierti ogni paura. Che grande forza che ha un padre.
(Fabrizio Caramagna)

Gli eroi sono quelli che ti danno la forza anche quando non ci sono. Quelli che pensi alle loro parole e alle loro opere e ti senti più forte. Come un padre.
(Fabrizio Caramagna)

Guardando il mondo dalla finestra. Sento che, chissà dove e con quali amici, mia figlio sta usando i miei occhi adesso. E non mi sento inutile come padre.
(Fabrizio Caramagna)

Quando le stelle erano un desiderio, la bicicletta era l’estate, il mare la libertà, il sorriso era mio padre.
(Fabrizio Caramagna)

La madre è nido, accoglienza, abbraccio, ascolto.
Ma la figura del padre completa il senso della famiglia, le dà forza, autorevolezza, sgombra il terreno da possibili dubbi, rassicura, indirizza.
(Fabrizio Caramagna)

Credo siano gli auguri piu sentiti quelli che ricevi da papà (molto più di quelli del compleanno).
Devi meritarteli tutti i giorni.
(Fabrizio Caramagna)

Lo ricordo bene il suono della pioggia al telefono. Qui c’era il sole, dall’altra parte qualcuno che mi annunciava la morte di mio padre.
(Fabrizio Caramagna)

Tu papà che sei lassù da così poco, ascoltami sempre e non ti preoccupare se ogni tanto straparlo, che io le parole che volevo dirti al momento non le ho trovate ma sono qui che le sto ancora cercando.
(Fabrizio Caramagna)

Il lutto per la perdita di una padre ha sempre uno strascico di dolore e mancanza: una frase viene ripetuta in continuazione: “Papà, dove sei?”
(Fabrizio Caramagna)

Mi manchi papà.
E un po’ lo odio questo sole, che non disegna più la tua ombra.
(Fabrizio Caramagna)

La poltrona, in fondo al muro, era vuota. Eppure, qualcosa mi diceva che lui era lì, seduto come in tante altre giornate. A leggere la pagina del suo quotidiano.
(Fabrizio Caramagna)

Quando è morto mio padre, le sue canne da pesca sono andate ai suoi compagni sul molo. Ho sempre pensato fosse un modo per continuare a portarlo nei luoghi che amava. Coi suoi amici.
(Fabrizio Caramagna)

Tra me e mio padre non esisteva il ciao.
Esistevo io che gli saltavo al collo e lui che sorrideva.
E la sua mano posata sulla mia spalla a darmi protezione.
(Fabrizio Caramagna)

La relazione padre e figlio è congiunzione, armonia di punto e virgola, del punto che sostiene e protegge e della virgola che cerca nuovi spazi e nuove possibilità.
(Fabrizio Caramagna)

Una madre nasce contemporaneamente a suo figlio. Un padre a volte aspetta degli anni prima di nascere.
(Fabrizio Caramagna)

Come la terra in cui cade il seme, la madre ti è data. Il padre, invece, spetta a te cercarlo.
(Fabrizio Caramagna)

L’adulto scopre i difetti del suo essere stato figlio quando diventa padre, il figlio smette di scoprire i difetti di suo padre quando diventa adulto.
(Fabrizio Caramagna)

In certi momento può costarci di più affrontare lo sguardo di nostro padre che gettarci nel cuore di una battaglia.
(Fabrizio Caramagna)

La voce di un padre a volte ha lo stesso timbro di quella della tua coscienza.
(Fabrizio Caramagna)

Un tempo un padre aveva almeno quattro figli. Oggi un bambino ha almeno due padri.
(Fabrizio Caramagna)

“Tale padre, tale figlio” è un proverbio scritto dal padre. “A padre avaro, figliuol prodigo” è un proverbio scritto dal figlio.
(Fabrizio Caramagna)

**

Le mie 10 frasi preferite sul papà e il padre, di autori celebri e famosi

Mio padre mi ha fatto il più bel regalo che qualcuno poteva fare a un’altra persona: ha creduto in me.
(Jim Valvano)

Colui che genera un figlio non è ancora un padre, un padre è colui che genera un figlio e se ne rende degno.
(Fëdor Dostoevskij)

Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito del padre nel suo piccolo pugno, l’ha catturato per sempre.
(Gabriel Garcia Marquez)

A volte penso che mio padre sia una fisarmonica. Quando lui mi guarda e sorride e respira, sento le note.
(Markus Zusak)

La luce dei padri vale sette volte la luce.
(Proverbio giapponese)

Come quando tuo papà ti bacia sulla guancia e tutto il mondo è più luminoso e pulito che mai, come se l’Alabama centrale fosse stato messo in lavatrice per due settimane e smacchiato con un detersivo ultrapotente che ravviva i colori, e adesso l’erba è più verde e i bufritos più croccanti.
(John Green)

Le lacrime e le paure di un padre sono invisibili, il suo amore è silenzioso, ma la sua cura e protezione rimangono come un sostegno forte per tutta la vita.
(Ama H. ​​Vanniarachchy)

Non mi ha mai detto come vivere; ha vissuto, e mi ha lasciato guardare mentre lo faceva.
(Clarence Budington Kelland)

Non è difficile diventar padre; essere un padre, questo è difficile.
(Wilhelm Busch)

Non riesco a considerare nessuna necessità nell’infanzia tanto forte come la necessità di protezione del padre.
(Sigmund Freud)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.