Frasi e aforismi sul silenzio

Frasi e aforismi sul silenzio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulle parole, Frasi e aforismi sulla musica e Frasi e aforismi sulla solitudine.

**

Frasi e aforismi sul silenzio

Le parole si parlano, i silenzi si toccano
(Fabrizio Caramagna)

Notti in cui tutte le lettere dell’alfabeto tornano nelle loro tane. Non c’è che il silenzio
(Fabrizio Caramagna)

Certe silenzi, più che ascoltarli, puoi solo disegnarli.
(Fabrizio Caramagna)

Il pittore e tutti i suoi dipinti.
Lo scrittore e tutte le sue parole.
Il filosofo e tutti i suoi pensieri.
Il monaco e tutto il suo silenzio.
(Fabrizio Caramagna)

Silenzio, la cosa più bella dopo l’essere invisibili.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni filo d’erba sembra contenere una biblioteca dedicata alla meraviglia, al silenzio e alla bontà.
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio è la parte più bella del mondo. Peccato che abbia poca voglia di farsi notare.
(Fabrizio Caramagna)

Io prendo un silenzio, fai a metà con me?
(Fabrizio Caramagna)

Forse il silenzio è qualcosa che è arrivato da un altro mondo e adesso è qui in esilio, in mezzo al rumore, come un angelo caduto.
(Fabrizio Caramagna)

E’ di notte che si percepisce meglio il frastuono del cuore, il ticchettio dell’ansia, il brusio dell’impossibile e il silenzio del mondo
(Fabrizio Caramagna)

Lei non mi rispondeva.
Io le scrissi:
“Di quale colore è oggi il tuo silenzio?”
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio. Quello che non parla, non grida, non sussurra, non tace. Quello che raccoglie i pensieri più belli e li ordina in uno spazio tutto suo.
(Fabrizio Caramagna)

I silenzi che amo di più mi piace immaginarli come fossero pause. Hanno un tempo e uno spazio preciso. Sono passaggi, mai mete.
(Fabrizio Caramagna)

Ciò che amo del silenzio è che sa sempre come sincronizzarsi con i miei pensieri. Non sbaglia mai l’attacco, fa degli assoli di pura bellezza, va a ritmo e non stona mai.
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio ha talvolta la stessa dolcezza di un cigno che scivola sull’acqua del lago.
Altre volte trasmette impotenza e logora.
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio più bello è quando ridiamo con gli occhi.
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio, per non essere logorante e pesante, ha bisogno di una profonda complicità. Capirsi, pur stando in silenzio, è un privilegio che ci lega a pochissime persone.
(Fabrizio Caramagna)

Bisogna impararlo il silenzio. Ascoltare le sue vibrazioni, averci confidenza.
C’è quello empatico e denso di chi ascolta, quello leggero di chi sogna.
Quello di fuoco di chi aiuta.
E poi c’è quello crudele di chi ignora.
E’ fatto di ghiaccio e vento freddo.
Ti può ferire in qualsiasi momento.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un silenzio prima del silenzio che è differente dal silenzio dopo il silenzio.
(Fabrizio Caramagna)

Certi silenzi li immagino scuri, un mare nero nel quale ci inabissiamo muti trascinando con noi tutte le parole non dette.
(Fabrizio Caramagna)

Le parole abitano in superficie, il silenzio va molto più in profondità. Il suo luogo è l’abisso.
(Fabrizio Caramagna)

Il silenzio che separa i colpi d’ascia nel bosco non è lo stesso silenzio che scende a teatro poco dopo che si spengono le luci. Così come il silenzio tra un tocco e l’altro delle campane non è lo stesso silenzio di due innamorati che si guardano negli occhi.
Non c’è mai un silenzio uguale a se stesso. Ci sono silenzi regolari e silenzi irregolari, silenzi pesanti e silenzi leggeri, silenzi limpidi e silenzi soffocati, silenzi oscuri e silenzi luminosi, silenzi spaventosi e silenzi felici, silenzi gelidi e silenzi empatici.
Un vocabolario dei silenzi non conterrebbe meno voci di un vocabolario delle parole.
(Fabrizio Caramagna)

All’improvviso il silenzio è in una venatura di legno sotto la mia mano. Forse prima era in una stella. E dopo sarà in un goccia che precipita in fondo a una corolla. Quanti viaggi fa il silenzio senza che noi ci accorgiamo di nulla.
(Fabrizio Caramagna)

Di notte in montagna ci sono tre silenzi diversi: il silenzio delle cime, quello delle stelle, quello della neve. E insieme fanno un silenzio che non esiste in nessun altro luogo.
(Fabrizio Caramagna)

Un battito di ciglia, lo schiudersi delle labbra, la spazzola sui capelli, un respiro, la matita che scivola sulla carta. Anche il silenzio ha un suo modo di chiacchierare.
(Fabrizio Caramagna)

A volte il silenzio è il miglior posto in cui nascondere parole che non verrebbero capite.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un silenzio
con dentro del silenzio:
si ascoltano tra di loro.
(Fabrizio Caramagna)

Forse non è mai il silenzio quello che si sente, ma solo l’eco del silenzio.
(Fabrizio Caramagna)

Quel silenzio assoluto che persino la musica sembra una nota intrusa.
(Fabrizio Caramagna)

Il mare è più mare quando rumoreggia tra le onde, il cane è più cane quando abbaia, invece l’uomo è più uomo quando tace e ascolta il silenzio. Quando porge l’orecchio verso le cose che non hanno voce e sente tutto il loro mistero.
(Fabrizio Caramagna)

Prendi le mie frasi. Scuotile bene finché tutte le parole cadono.
Quello che resta è ciò che solo il silenzio riesce ad esprimere.
Ascoltalo attentamente. Sentirai ciò che provo per te.
(Fabrizio Caramagna)

Sul curriculum il silenzio va messo come lingua conosciuta?
(Fabrizio Caramagna)

In certe conversazioni ci sono silenzi così forti che riescono a togliere l’ultima parola.
(Fabrizio Caramagna)

Di fronte a una tragedia lascio spazio al silenzio. L’unico che in questi casi può parlare.
(Fabrizio Caramagna)

La tua non risposta.
Silenzio plurimo aggravato da futili motivi.
(Fabrizio Caramagna)

1 commento su “Frasi e aforismi sul silenzio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.