Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla casa

Frasi e aforismi sulla casa, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla finestra e Frasi e aforismi sul viaggio e il viaggiare.

La casa? È castello e isola, torre e caverna,
miracolo e quotidianità, ordine e calore,
e la voce delle cose che ci aspettano ogni giorno al nostro rientro.
(Fabrizio Caramagna)

Amo le case piccole.
Colme di luci che si azzuffano sotto la finestra,
piene di libri letti e con il parquet rigato dalla felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Quando attraversi un corridoio al buio senza farti male. Perché riconosci ogni piastrella, ogni odore, ogni suono.
Dev’essere così con una persona. Attraversarla al buio e sentirsi a casa.
(Fabrizio Caramagna)

Io con te mi sento
come chi si sente finalmente a casa
e butta le chiavi sul tavolo
e le scarpe per terra
e le ossa sul divano
e gli occhi sulla scrivania
e il cuore e l’anima sul letto.
E vicino ci sei tu.
(Fabrizio Caramagna)

Nessuna casa dovrebbe essere senza vista sul mare. Ogni casa dovrebbe appartenere al vento e alle onde. Il mare e la casa dovrebbe vivere insieme per sempre, come due fanciulli che si siedono uno di fronte all’altro e si confidano i loro segreti.
(Fabrizio Caramagna)

La maniglia che aspetta la presa delle cinque dita, il pavimento che sorregge i nostri passi, il lavandino che ci lava, la sedia che ci accoglie, la parete di fronte che ci guarda. E’ ignota la loro volontà. A volte ci fanno degli scherzi imprevedibili, ma quasi sempre soccorrono le sponde di un corpo che vorrebbe cadere. Animali domestici di pietra, legno e metallo con cui da tempo condividiamo le forme della nostra vita.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle meduse

Frasi e aforismi sulle meduse, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul mare.

Nell’acqua le meduse sono una creatura vivente che sembra un fiore o un fiore che sembra una creatura vivente, un fiore che è cresciuto e si aperto nell’acqua e ha le movenze e i respiri di una creatura vivente.
(Fabrizio Caramagna)

La medusa sembra una giostra fosforescente con i suoi tentacoli che si muovono. Ipnotizzati, alcuni pesciolini vanno a fare un giro e muoiono.
(Fabrizio Caramagna)

La medusa, quando è in mare, sembra fatta di luce, sembra screziata di rubini, zaffiri, smeraldi, ametiste. Ma se tocca la riva, subito diventa un mucchietto di gelatina sporca.
E’ la storia di molte persone, nel momento in cui escono dal loro contesto di vuota apparenza.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla delicatezza

Frasi e aforismi sulla delicatezza, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla gentilezza.

Mi piaci perché inspiri fiori e stelle ed espiri delicatezza e poesia.
(Fabrizio Caramagna)

Una delle parole che più mi piacciono ed uso di più è “delicatezza”. Non so da cosa dipenda, fatto sta che non appena ne ho la possibilità lo faccio. È l’involucro di tutto ciò che quasi non esiste, il vestito buono della gentilezza e dell’umiltà. Mi ricorda come dovremo essere.
(Fabrizio Caramagna)

La delicatezza è il sapere dove fermarsi. Che siano parole, fatti, persone.
(Fabrizio Caramagna)

La delicatezza è una forma più profonda di attenzione.
(Fabrizio Caramagna)

Ciao universo.
Oggi mi sento piccolo e fragile.
Ho bisogno che ti metti vicino a me
e mi circondi con delicatezza.
(Fabrizio Caramagna)

Quando morirò non sarò nessuno. Ma mi consola pensare che una notte una stella verrà a leggere il mio nome sulla lapide, col pudore delicato dell’eterno per tutto ciò che quaggiù è transitorio.
(Fabrizio Caramagna)

Come gli iceberg nascosti per metà sott’acqua e le montagne per metà nelle terra, ci sono alcune persone nascoste per metà nell’aria. Sono le anime più pure e delicate che il mondo possiede.
(Fabrizio Caramagna)

Una minuscola crepa su una foglia verde: l’autunno morde ancora delicatamente con i suoi denti da latte.
(Fabrizio Caramagna)

Quando nevica, con che delicatezza il cielo prende il grande viavai del mondo e lo mette dentro una bolla silenziosa.
(Fabrizio Caramagna)

Come quando l’estate se ne va via con l’ultimo temporale. Della felicità resta una piccola pozzanghera di sole da saltarci dentro con delicatezza e malinconia.
(Fabrizio Caramagna)

A volte mi piacerebbe sparire dal mondo con la stessa delicatezza con cui certe persone attraversano la strada, passano dietro un bus e scompaiono.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul giglio

Frasi e aforismi sul giglio scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui fiori.

Come voler essere candido come un giglio senza arrossire per aver voluto esserlo?
(Fabrizio Caramagna)

Oggi sono indeciso tra la purezza di un giglio bianco e l’eresia di una orchidea dai mille colori.
(Fabrizio Caramagna)

In un prato un giglio si prese il mio braccio, una viola la mia gamba, l’albero un orecchio, il filo d’erba la schiena e il fiume un occhio. Poi guardai il cielo azzurro e gli chiesi: “E tu che cosa vuoi?”. “La tua anima” mi rispose dolcemente.
(Fabrizio Caramagna)

Un prato di fiori non è un regno qualunque. Ho contato 782 re (e non ho dimenticato i narcisi e i gigli), novemila viaggiatori (e ci sono anche le farfalle e le rondini), un milione di sudditi (e ci sono anche le formiche rosse), tre giullari (ah, le nuvole!) e un miliardo di fate (piccole stelle timide che stanno lassù in cielo, nascoste dall’azzurro). E la regina? E’ un fiore rosso, laggiù nel prato, che indica l’uscita verso l’invisibile
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle ginestre

Frasi e aforismi sulle ginestre, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul giallo e Frasi e aforismi sui fiori.

Vado a stendermi un po’ fuori con le ginestre, mi faccio raccontare com’è fiorire nelle avversità e sui terreni aridi.
(Fabrizio Caramagna)

Il vento, agitando le ginestre, fa cadere qualche goccia di luce sulla mia anima stupita.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’ombra

Frasi e aforismi sull’ombra, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla luce.

Bisogna imparare dalle ombre. Passano rasente i muri, abitano gli angoli, preferiscono stare in basso anziché in alto. Dei nostri corpi imitano ogni cosa tranne l’arroganza.
(Fabrizio Caramagna)

Nella vita è importante avere un amico che sia, a un tempo, specchio e ombra. Lo specchio non mente e l’ombra non si allontana.
(Fabrizio Caramagna)

La mia ombra e quella della luna si incontrano, si uniscono. Poter lasciare qui la mia ombra frenetica e prendere quella silenziosa della luna.
(Fabrizio Caramagna)

A volte vorrei interrogare la mia ombra. Lei conosce già il buio di cui è fatto l’aldilà.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni con me? Ti porto dove tutto si confonde e la notte è il riflesso della luna sull’acqua, andiamo dove le ombre inventano disegni mai visti.
(Fabrizio Caramagna)

Su un lato del mio viso l’incanto.
Sull’altro la disillusione.
Un bambino guarda con i miei occhi,
un uomo ferito parla con la mia bocca.
Luce e ombra, e in mezzo la mia vita.
(Fabrizio Caramagna)

Ricordo che un giorno d’estate di tanti anni toccai una felicità mai vista prima. E il sole mi ritagliò un’ombra sul muro. Da qualche parte quell’ombra è ancora là..
(Fabrizio Caramagna)

Il sogno: un’ombra piena di luce che la luce non riesce a comprendere.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle viole e le violette

Frasi e aforismi sulle viole e le violette, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul colore viola e Frasi e aforismi sui fiori.

Oggi il giardino abbraccia il cielo
con gli occhi delle violette.
(Fabrizio Caramagna)

La gente cerca l’inutile, l’effimero e l’impossibile quando basterebbe perdersi in un prato di violette.
(Fabrizio Caramagna)

Amore. Hanno fatto di te un dio, hanno fatto di te un tempio, hanno fatto di te un rito obbligatorio. Io invece farò di te una piccola viola, che fiorisce inaspettatamente e stupisce.
(Fabrizio Caramagna)

Ho suonato alla porta, e il prato era indaffarato e il cielo contemplava le colline e le api volavano con laboriosità, e mi ha aperto una piccola viola dai colori così magnifici: “Quello che sognerai adesso sarà vero per sempre” mi ha detto.
(Fabrizio Caramagna)

Giornata di vento e viole, e la sera, quando torno a casa, la felicità soffia tutte le sue vocali sotto la porta.
(Fabrizio Caramagna)

In un prato un giglio si prese il mio braccio, una viola la mia gamba, l’albero un orecchio, il filo d’erba la schiena e il fiume un occhio. Poi guardai il cielo azzurro e gli chiesi: “E tu che cosa vuoi?”. “La tua anima” mi rispose dolcemente.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul colore viola

Frasi e aforismi sul colore viola. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul fucsia e Frasi e aforismi sulla lavanda.

Il viola è nato un giorno di primavera in un campo di lavanda. Deve aver cercato a lungo un luogo come questo dove i filari vanno dritti verso l’orizzonte come se fossero invitati a un ballo con l’infinito.
(Fabrizio Caramagna)

Dentro un mare di lavanda vorrei fare bracciate di meraviglia.
(Fabrizio Caramagna)

Dopo il tramonto si scopre il vero colore del cielo: è viola. L’aria fresca che ti avvolge è viola. E anche l’anima deve avere un colore viola.
(Fabrizio Caramagna)

Seduto sotto l’albero di un parco, aspetto la sera con il cuore grato. Accanto a me un bambino corre dentro il cielo viola facendo attenzione a non calpestare le prime stelle che stanno nascendo.
(Fabrizio Caramagna)

Ho suonato alla porta, e il prato era indaffarato e il cielo contemplava le colline e le api volavano con laboriosità, e mi ha aperto una piccola viola dai colori così magnifici: “Quello che sognerai adesso sarà vero per sempre” mi ha detto.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’equilibrio

Frasi e aforismi sull’equilibrio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul destino e Frasi e aforismi sulla libertà.

Chi cammina sopra un muretto lo sa che l’equilibrio non è mai raggiunto una volta per tutte, ma va ritrovato dopo ogni passo.
L’equilibrio taglia l’aria, sfida il vento. L’equilibrio è un lavoro.
(Fabrizio Caramagna)

Il delicato equilibrio tra i sogni e la realtà, tra la leggerezza e la necessità. E’ questo che governa il mondo.
(Fabrizio Caramagna)

A volte la mia mente è un filo troppo sottile per tenere in equilibrio tutta questa realtà.
(Fabrizio Caramagna)

Per ogni equilibrio raggiunto c’è sempre c’è un baratro evitato e una cima non goduta.
(Fabrizio Caramagna)

È sempre un equilibrio fra chiudersi in se stessi e guardarsi negli occhi.
(Fabrizio Caramagna)

E non è poesia se non c’è un’anima che si apre, un fiore che rabbrividisce, un angolo di universo che perde l’equilibrio.
(Fabrizio Caramagna)

I bambini e gli innamorati non amano l’equilibrio.
Quando piangono scrosciano, quando sorridono abbagliano e quando amano mettono le ali a qualunque cosa, persino a un bosco e a una montagna.
(Fabrizio Caramagna)

Quando i ponti crollano, l’equilibrio torna in libertà.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sugli scoiattoli

Frasi e aforismi sugli scoiattoli, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi corrrelati Frasi e aforismi sul bosco.

Gli scoiattoli hanno il colore degli alberi e dello zucchero bruciato. Con quelle loro orecchie appuntite devono sentire e ascoltare ogni cosa, anche le strisce di sole che si spostano nel parco.
Quando si avvicinano hanno sempre quell’aria vibrante, guardano davanti e dietro di sé e ai lati, e tremano come se ci fosse il vento dentro il loro corpo.
Tutto quello che fanno lo fanno con un silenzio soprannaturale, sprovvisto di qualsiasi peso e quando mangiano una nocciola lo fanno con un movimento rapido e la nocciola sparisce in un istante. Come se non ci fosse mai stata.
(Fabrizio Caramagna)

In tutto quello che fanno gli scoiattoli c’è un mistero che resta sempre con essi. E persino quando si avvicinano agli uomini, si sente che hanno un’aura di inavvicinabilità.
E quando spariscono è come se fosse sparita un’ombra e per terra fosse rimasto un’enigma che nessuno potrà risolvere.
(Fabrizio Caramagna)

Le virtù dell’oblio.
Milioni di alberi sono casualmente piantati da scoiattoli che sotterrano le ghiande, e poi dimenticano dove le hanno nascoste.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul colore verde

Frasi e aforismi sul colore verde, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sull’azzurro e Frasi e aforismi sul colore rosso.

Verde, tu che sei il fiato del bosco e entri nell’anima delle foglie e metti la tua linfa in ogni filo d’erba, continua a fare del bene alla vita. E anche se ci sono orchi di cemento pronti a ghermirti, il mondo non sia separato dal tuo cuore festante, dal tuo polmone gentile.
(Fabrizio Caramagna)

Il luminoso, il forte, l’accogliente verde che ogni giorno recita il mantra della vita e dice bosco e prato e foglia e altre parole che noi non vogliamo più udire. Solo i bambini e gli animali sanno ancora quanto è verde il verde.
(Fabrizio Caramagna)

Il cielo riflesso nei tuoi occhi verdi scoppiava d’orgoglio
e nei tuoi capelli ho sorpreso le stesse vibrazioni
di un campo di grano mosso dal vento.
Tu trionfavi su tutte le domande,
avevi una risposta per ogni cosa.
(Fabrizio Caramagna)

Anno 2200 DC. Il museo aveva un’unica sala e in quella sala c’era l’ultimo filo d’erba rimasto al mondo. I visitatori lo osservavano con stupore e pensavano a quanto dovesse essere verde il mondo centinaia di anni prima.
(Fabrizio Caramagna)

Abbiamo bisogno di più verde.
Tra tutti i colori è quello che vorrei regalare alle generazioni future.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla finestra

Frasi e aforismi sulla finestra, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul cielo.

Quando le finestre diventano quadri, allora è estate.
(Fabrizio Caramagna)

Le finestre spalancate, la leggerezza, l’equilibrio sottile. Non pensare a niente e allo stesso tempo avere tutto il cielo negli occhi.
(Fabrizio Caramagna)

Quei giorni che nascono morbidi, senza pretese. In cui hai voglia di sdraiarti vicino a una finestra e lasciar passare le ore di fianco.
(Fabrizio Caramagna)

Quando si guarda la finestra non si mai che cosa potrebbe esserci là fuori nella notte. Forse lo sfolgorio delle stelle, forse un drago, forse un urlo d’amore, forse la grazia di un angelo, forse un assassino che scappa nel buio. E’ tutto là fuori, per chi vuole guardare.
(Fabrizio Caramagna)

Le finestre aperte d’estate sanno di condivisione. Di accoglienza. Di curiosità.
Il mondo non è più estraneo ed entra dentro con tutto il suo fiato.
E le tende sventolano di leggerezza e felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Dove vanno tutte le domande e i respiri affannosi e le urla straziate delle cose? Forse sono in quel buio che preme di notte contro il vetro. Che forza che ha la finestra nel far fronte a una simile pressione.
(Fabrizio Caramagna)

Dentro di me ci sono delle stanze piene di buio e altre inondate di luce, corridoi incerti e finestre piene di stupore, e tu sei la prima persona a cui dono la mappa.
(Fabrizio Caramagna)

Mi domando che cosa manca alla vita quando in una notte d’estate l’alito delle stelle apre le finestre e vi butta dentro il profumo del mare.
(Fabrizio Caramagna)

Anche quando sembra non fare nulla
e non c’è nessun umano al suo davanzale,
la finestra è molto occupata.
Suddivide l’aria in geometrie invisibili,
orienta i passaggi delle nuvole,
calcola le radici quadrate delle stelle
ascolta la voce del vento.
C’è solo un punto della notte in cui dorme anche lei,
e chissà cosa sogna: forse gli angeli
o il mare (ma le finestre di città hanno mai visto il mare?)
o il cielo trasparente e infinito da cui proviene.
(Fabrizio Caramagna)

La finestra restò tutta la notte aperta. Alcune onde entrarono e scivolarono sul muro, una stella si appese alle tende e una musica lontana si adagiò sulle lenzuola. Poi all’alba entrò l’autunno e si portò via tutto.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi l’azzurro del cielo è entrato da una finestra a bere nei disegni di un bambino. Ma prima di tornare fuori, ha rubato una gomma e qualche matita colorata e persino un pezzo di merenda. E adesso si sente così gioioso per quel piccolo furto che la finestra diffonde una luce da far invidia al paradiso.
(Fabrizio Caramagna)