Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne (International Day for the Elimination of Violence against Women), una giornata dedicata al maltrattamento fisico e psicologico che molte donne nel mondo subiscono.

Ho scritto diversi aforismi contro la violenza sulle donne, per parlare e sensibilizzare su un problema così grave che riguarda diversi aspetti della sfera femminile (violenze e maltrattamenti, abusi sessuali, femminicidi).

Frasi e aforismi contro la violenza sulle donne, scritti da Fabrizio Caramagna.

Come un fiore maltrattato dalla pioggia, ci sono occhi che rispondono alla violenza con un sovrappiù di luce.
(Fabrizio Caramagna)

Un gesto d’amore cuce cielo con cielo, soglia con soglia e vita con vita. Un gesto di violenza cuce solo nero con nero e dentro quel buio non si innesta nessun fiore, nessun colore e nessuna formula di serenità.
(Fabrizio Caramagna)

Non serve fare pace con una carezza,
se poi devi diventare di nuovo un giocattolo rotto.
(Fabrizio Caramagna)

– Sono stata per anni insieme a un uomo che non mi meritava, che non mi rispettava, che mi umiliava.
– Perché non l’hai lasciato subito?
– Perché mi ha messo una benda sugli occhi e mi ha fatto perdere l’orientamento.
Non trovavo più il luogo in cui tenevo la mia rabbia, in cui conservavo il mio valore.
(Fabrizio Caramagna)

Lui puzza di testosterone e di altre donne,
ma tu non lo senti,
e quando la sera ti insulta e
poi si addormenta,
tu fai finta di niente.
Lui ti promette che un giorno cambierà
e diventerà una persona migliore,
ma quel giorno non è oggi.
Oggi è solo il giorno in cui hai chiuso a chiave
la porta della tua dignità
e sei troppo fragile per amare te stessa.
(Fabrizio Caramagna)

Violenza contro le donne è anche quando l’uomo dice frasi come “te la sei cercata” o “avete voluto la parità”.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul lago

Frasi e aforismi sul lago, scritti da Fabrizio Caramagna

Il lago: la sua capacità di aspettare supera il desiderio di arrivare fino al mare.
(Fabrizio Caramagna)

Fermarsi ad ammirare un lago e riflettere, e lontano un mondo sconosciuto che corre, si agita, sale sui piedistalli e urla.
Ascoltare e basta, e all’improvviso sapere che la pace del lago ha lo stesso silenzio della tua anima.
(Fabrizio Caramagna)

Camminava sulla riva del lago che non era più acqua ma fuoco.
A ogni sguardo, gli bruciavano gli occhi. A ogni passo, i ricordi.
(Fabrizio Caramagna)

C’è un lago di luce in fondo all’anima dove prima o poi tutti ritornano. È l’unico specchio sincero, l’unico di cui non avere paura. Sta lì, in un angolo, e attende, mentre noi lassù dissipiamo la vita con la nostra vanità, stupidità e orgoglio.
E’ così quieta l’acqua di quel lago e verrebbe voglia di immergersi per sempre.
Ma abbiamo ancora strade fangose da percorrere, persone da offendere, atti assurdi e insensati da realizzare.
Non siamo ancora saggi. Non siamo ancora pronti per quello specchio di luce. Siamo ancora troppo umani.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle onde

Frasi e aforismi sulle onde, scritti da Fabrizio Caramagna.

Poche persone sono capaci di venirti a cercare dove sei veramente. Per questo amo il suono delle onde. Loro sanno sempre dove sei.
(Fabrizio Caramagna)

Le onde sono spume di meringa, bianchi cavalli prigionieri di un incantesimo, sono fiabe che raccontano storie di orizzonti e pirati.
(Fabrizio Caramagna)

Delle onde mi piace il loro fragore. Quel sovrastare la voce dell’universo quando prova a ricordarmi tutti i miei errori.
(Fabrizio Caramagna)

Che spettacolo il mare mosso. Prima sono onde grandi e tutte diverse, e qualcuna sembra una creatura mostruosa tanto è alta. Poi le onde diventano meno grandi, perdono la schiuma per strada, si abbassano quasi a misurare il fondo. Poi sono ancora onde, ma sono stanche, esauste, e la schiuma è solo un soffio. Poi hanno quasi paura di arrivare a riva, diventano onde buone, gentili, educate.
(Fabrizio Caramagna)

E ancora mi azzardo a sbandare con le onde, infilare le mani nel pulsare delle meduse, bucare il cielo con i morsi, scavare la terra fino a toccare la lava al suo centro e poi battermi con il buio perché non sorprenda il mondo.
Ancora mi azzardo a sentire la vita.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono cavalloni e cavalloni.
Alcuni vogliono portarti al largo e mostrarti antichi tesori e sirene. Sono i più pericolosi
Altri vogliono solo mostrarti quanto sono irripetibili e perfetti. Sono i più vanitosi.
Altri vogliono giocare con te a toglierti il costume. Sono i più bambini.
(Fabrizio Caramagna)

Quante volte ho nuotato dentro gli occhi del mare e ho visto i suoi sogni. Una volta un’onda ha attaccato un carro a una nuvola e si è fatta portare oltre l’universo. Quando torno a riva, so di aver lasciato qualcosa di indicibile.
(Fabrizio Caramagna)

Vedere le onde e avere la certezza che sono state offerte da qualcosa di eterno che tende la mano fino a noi per dirci: “Ho bucato il muro del nulla per venire fino da te”.
(Fabrizio Caramagna)

Onde che si frangono sulla riva del mare, si sciolgono e scompaiono per sempre. Eppure per me questo è il punto di massima distanza dalla morte.
(Fabrizio Caramagna)

Davanti al mare – lontano dal mondo – aprirsi alla delicata urgenza delle onde.
(Fabrizio Caramagna)

Prendetevi cura delle onde: il mare un giorno scomparirà.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle ferite e le cicatrici

Frasi e aforismi sulle ferite e le cicatrici, scritti da Fabrizio Caramagna

A volte due persone, per combaciare, devono prima rompersi in mille pezzi.
(Fabrizio Caramagna)

Le ferite. Questo modo che hanno alcune di esse di farsi vento e aprire le tende su un mondo nuovo.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle che voi chiamate cicatrici, per me sono crepe.
Dentro il destino ci ha infilato tesori. E te ne accorgi solo dopo anni.
(Fabrizio Caramagna)

I terreni più fertili sono quei solchi che formano le nostre ferite. Lì crescono i fiori più puri e colorati. Lì nascono inaspettati campi di saggezza.
(Fabrizio Caramagna)

Tra gli arroganti e i prepotenti, gli ambiziosi che vanno di fretta, i furbi che aspettano al varco, ci siamo noi un po’ fragili e un po’ feriti che ci incantiamo a guardare le bolle di sapone.
(Fabrizio Caramagna)

Il cuore va in frantumi
e ti sembra di morire dissanguato
e hai perso così tanto sangue
che ti senti fragile e debole,
e invece una parte di te,
sta costruendo delle fortezze,
una parte di te ti sta rendendo più solido.
(Fabrizio Caramagna)

Si soffre per una ferita molto prima che abbia luogo e, quando essa prende forma, non è altro che l’amarezza di averlo saputo già da tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Se anche la gioia lasciasse cicatrici. Ognuna il ricordo di un momento bello. “Questa cicatrice, me la sono fatta a 20 anni, davanti a un tramonto”.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul porto

Frasi e aforismi sul porto, scritti da Fabrizio Caramagna

Un piccolo porto nella notte. L’acqua buia e calma. Le luci del paese. Le ombre delle barche ormeggiate. E quel silenzio morbido come se ogni cosa avesse trovato il suo rifugio.
(Fabrizio Caramagna)

Nei porti i velieri allisciano le vele al sole, ma quante cose hanno visto là fuori: tempeste, libecci, tramontane, groppi di vento, grandine, bonacce.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla pozzanghera

Frasi e aforismi sulla pozzanghera, scritti da Fabrizio Caramagna.

Non sei mai stato bambino se non sei saltato a piedi pari dentro una pozzanghera, svegliando le fate che dormivano e facendole saltare in mille gocce di luce fino al cielo
(Fabrizio Caramagna)

Cose che mi fanno paura:
Quelli che ti vogliono felice altrimenti si annoiano
Quelli che parlano sempre come se volessero venderti qualcosa
Le case senza libri
I vasi senza crepe
Le posate appaiate
Gli adulti che non saltano nelle pozzanghere
Le finestre chiuse da una vita
Quelli che non ricambiano i sorrisi dei bambini
Quelli con la cravatta inappuntabile
Gli occhi senza luce.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’azalea

Frasi e aforismi sull’azalea, scritti da Fabrizio Caramagna

E di colpo ho visto tremare la cresta dei petali di azalea. In verità era l’universo intero che tremava. Non c’era nulla che non fosse colto dal brivido della speranza.
(Fabrizio Caramagna)

Chi accende gli occhi delle azelee e li rende così colorati?
Gli occhi delle azalee sono finestre dietro le quali un angelo ci guarda pieno di gioia e stupore.
(Fabrizio Caramagna)

Dio scriveva il libro dell’universo. Una macchia di rosa e lillà è caduta su una pagina, e sono nate le azalee.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’anima

Che cos’è l’anima? Frasi e aforismi sull’anima, scritti da Fabrizio Caramagna.

Vieni a veder l’anima con me stasera? Portati un vestito semplice, parole chiare, un po’ di sogni e una carezza leggera.
(Fabrizio Caramagna)

Il corpo cresce lentamente e costantemente fino all’età di diciott’anni.
L’anima, invece, può arrivare alla sua piena statura nel giro di un’ora (basta un pomeriggio di vento, di sogni e di letture) oppure può restare piccola per anni e anni senza mai svilupparsi.
Molti muoiono con un’anima che non è mai cresciuta.
(Fabrizio Caramagna)

Dio e l’anima sono parole che non si possono misurare con la bilancia o mettere dentro un file di excel. Sono parole grandi, che non si possono toccare neanche con un dito. E se provi a toccarle con un dito, e metti il dito in bocca, senti ogni volta un sapore diverso, e ti senti ancora più confuso.
(Fabrizio Caramagna)

L’anima è un mistero, e se non fosse un mistero non sarebbe niente di speciale. Sarebbe come un gelato al limone, un tetto caldo d’estate, un filo di cotone che si sfila da una maglietta.
(Fabrizio Caramagna)

La mente diventa ciò che è quando è piena di idee e di parole.
L’anima diventa ciò che è quando è piena di cieli e di silenzi.
(Fabrizio Caramagna)

Mattine in cui si alza dal letto e c’è tutto. Le labbra per respirare, il corpo per avanzare, gli occhi per guardare. Manca solo l’anima
(Fabrizio Caramagna)

Anime che si conoscono da sempre anche se non si conoscono e quando si conoscono per davvero si riconoscono.
(Fabrizio Caramagna)

Lo sguardo di un bambino: un buon conduttore che lascia passare la sua anima senza dispersione
(Fabrizio Caramagna)

E’ troppo libera la mia anima. Credo che sia dentro di me, e invece è negli occhi verdi di una ragazza, poi fa un salto e va a braccetto con una nuvola, poi fa una capriola e si unisce alla polvere d’oro delle api e prima di tornare a me risponde ancora qualcosa alla chiamata delle prime stelle della sera. Che cosa si siano detti non lo so, ma tutte le anime del prato devono aver sentito i loro discorsi.
(Fabrizio Caramagna)

L’anima è come una farfalla colorata che si posa sulle mani di un bambino. Non dice da dove viene, anche se glielo chiediamo ogni volta. Forse un giorno ci ha anche risposto, in una di quelle giornate di vento e stupore, ma non ha usato parole per comunicare. E dentro di noi è rimasta l’abbagliante certezza di aver ascoltato qualcosa di più grande della vita.
(Fabrizio Caramagna)

L’ipocrisia, le banconote e la moda sono un’invenzione recente. Ma l’anima, i sogni e il tremolio dell’erba ci sono sempre stati
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla nebbia

Frasi e aforismi sulla nebbia, scritti da Fabrizio Caramagna.

La nebbia nasconde il mattino. Il paesaggio non ha contorni. Spalanco le finestre e pare di toccare una nuvola che si è posata in terra.
(Fabrizio Caramagna)

La nebbia, i confini persi, le cose che se le lanci spariscono nel nulla, io e te che quasi non ci vediamo mentre camminiamo. Forse a pochi metri dal nostro naso c’è un’astronave pronta a portarci in un’altra galassia e non ce ne accorgiamo neanche.
(Fabrizio Caramagna)

La nebbia è come una gomma da cancellare. Puoi eliminare tutti le forme e i colori e immaginare quello che vuoi tu.
Puoi persino immaginare dei fiori che si illuminano quando fanno l’amore sotto la brina.
(Fabrizio Caramagna)

La nebbia. Il mondo si è ritirato nel non essere. Le linee restano isolate. I colori non parlano più. Da qualche parte l’Uomo Invisibile ci osserva in silenzio.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla domenica

Frasi e aforismi sulla domenica, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul sabato.

Il sabato è un cane che corre festoso nel parco.
La domenica un gatto raggomitolato sulla finestra.
(Fabrizio Caramagna)

Domenica: una lentezza diffusa ci chiama e ogni cosa pare intessuta della sua luce. Il tempo non dà ordini e i secondi e le ore si accucciano ai tuoi piedi increduli di tanta pace.
(Fabrizio Caramagna)

Cose che passano troppo in fretta
Le stelle cadenti. Le ore felici. Gli haiku di Basho. L’estate. I nonni. Le foglie quando c’è vento. Le domeniche. Il primo bacio.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni, passiamo questa domenica insieme a preparare la mancanza l’uno dell’altro.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla brina

Frasi e aforismi sulla brina, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla neve.

Verso l’alba
il filo d’erba
tremò di bellezza
per ciò che la brina
disegnava sul suo corpo.
(Fabrizio Caramagna)

La brina ci racconta i mille istanti della notte che si sono cristallizzati.
(Fabrizio Caramagna)

Dicembre mi cinge la vita e mi dice: “Vieni, ti mostrerò dei diamanti ben più sorprendenti del sole”. E dalla sua cesta sparge nel mondo ghiaccio e neve e brina.
(Fabrizio Caramagna)

Coi piedi cauti cammino sulla brina ghiacciata. In alto il cielo freddo e azzurro. Sembra di entrare nel corridoio che porta ai pensieri di ghiaccio. Quelli altamente fragili.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul desiderio

Frasi e aforismi sul desiderio, scritti da Fabrizio Caramagna.

Mi piacciono quelle ragazze che possono mettere in ginocchio il mondo, ma poi preferiscono restare sdraiate sul mio grembo tutto il giorno a parlare di filosofia e musica e di quanta luce fanno i desideri nelle giornate di vento.
(Fabrizio Caramagna)

L’immaginazione che immagina più di ciò che deve immaginare diventa desiderio.
(Fabrizio Caramagna)

Le stelle cadenti, le candeline dei compleanni, le fontane in cui ho gettato le monetine, i soffioni che ho soffiato: chissà cosa succederebbe se adesso quei desideri si avverassero tutti in un colpo!
(Fabrizio Caramagna)

Quando si perde un desiderio, si fa una perdita enorme. Non è come perdere un oggetto. Si perde una parte di noi.
Un desiderio che si ritrova, è come una rosa che torna a fiorire.
(Fabrizio Caramagna)