Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulle gemme

Frasi e aforismi sulle gemme, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla primavera e Frasi e aforismi sui rami.

Le gemme spuntano sui rami.
Rinascono tempi, forme e colori.
E noi umani proviamo ogni volta lo stupore della vita che ritorna.
(Fabrizio Caramagna)

La primavera è un’opera teatrale in più atti. Ogni giorno c’è l’entrata in scena di un attore diverso. Una gemma che si apre, una rondine che appare, un fiore che sboccia, una foglia che si schiude, una luce che brilla.
(Fabrizio Caramagna)

Ogni cosa a febbraio mostra la sostanza di ciò che sarà e di tutto ciò che si spera; basta una giornata di sole ed ecco le gemme si fanno più grandi, il prato vibra di luce e una primula e una mammola si aprono alla vita.
(Fabrizio Caramagna)

Ti sei allontanata ridendo e ognuna delle parole che mi hai detto è un seme che si fa in me gemma e fiore e frutto fino a esplodere in mille colori e farmi sentire il capogiro della vita.
(Fabrizio Caramagna)

Forse è meglio restare anestizzati, non sentire nulla, non desiderare nulla.
Adesso vado sotto le gemme primaverili di tutti gli alberi e dico “non fiorite, non desiderate, è solo una trappola”.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sui rami

Frasi e aforismi sui rami, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sugli alberi e Frasi e aforismi sulle foglie.

Le mani dell’albero hanno le unghie sporche di azzurro a furia di scavare dentro il cielo
(Fabrizio Caramagna)

Cammino in un parco della città, intorno a me gli alberi e i rami che vibrano nel freddo.
Ho una tua lettera d’amore in tasca, quando la tocco mi scalda la mano.
(Fabrizio Caramagna)

Le gemme spuntano sui rami.
Rinascono tempi, forme e colori.
E noi umani proviamo ogni volta lo stupore della vita che ritorna.
(Fabrizio Caramagna)

E’ arrivata la stagione della luce.
I frutti pesano dai rami,
fra i campi le spighe gridano l’estate.
(Fabrizio Caramagna)

Alcuni di noi trovano impossibile lasciarsi andare, e non so se questo sia una maledizione o una benedizione.
Eppure oggi ho guardato gli alberi. Avevano i rami sbattuti dalla tempesta e le foglie a brandelli, ma di erano di nuovo pronti ad accogliere qualsiasi cosa: la luce del cielo sereno o la pioggia. E sembravano felici.
(Fabrizio Caramagna)

L’albero che mi osserva dalla finestra forse si chiederà perché ho rami così corti, perchè non li alzo mai verso il cielo, perché ci sono giorni in cui nessun uccello canta su di essi
(Fabrizio Caramagna)

La libertà della foglia che abbandona il ramo è la responsabilità di tornare ogni primavera
(Fabrizio Caramagna)

Appena scritta, la parola parte alla ricerca dell’invisibile. La pagina bianca trema come un ramo da cui un uccello ha appena spiccato il volo.
(Fabrizio Caramagna)

Deve essere terribile per un pesce essere preso all’amo e sentirsi tirato fuori dall’acqua. Quella gioia di stare nel fondale interrotta all’improvviso, come un ramo che viene strappato dall’albero, e dentro il ramo c’era la luce e la linfa e adesso c’è solo la sensazione di soffocare.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sui fuochi di artificio

Frasi e aforismi sui fuochi di artificio, scritti da Fabrizio Caramagna.

Circondati di chi prende l’inferno dentro di te
e lo trasforma in fuochi di artificio bellissimi.
(Fabrizio Caramagna)

Un cielo, gli occhi all’insù, il bagliore dei fuochi d’artificio e una serie di “oh” come unica certezza.
(Fabrizio Caramagna)

Stasera i fuochi d’artificio e le stelle si sfidano come bambini nel cielo, e la loro luce entra nei miei occhi.
(Fabrizio Caramagna)

Agosto: l’ultimo fiore del fuoco d’artificio fa appassire l’estate
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’inizio e il ricominciare

Frasi e aforismi sull’inizio e il ricominciare, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul tempo.

Bisognerebbe ricominciare dall’inizio ogni giorno. Dirsi addio e perdersi di vista. E poi subito cercarsi e ritrovarsi. Bisognerebbe vivere soltanto di inizi. Come due sconosciuti, che si hanno senza aversi mai del tutto.
(Fabrizio Caramagna)

Conosco un Inizio che ha avuto il coraggio di dire in faccia alla Fine: “Non ti conosco!”
(Fabrizio Caramagna)

Una delle felicità dell’amore è questa: essere coloro che iniziano.
Ogni coppia pensa di essere quella che scrive la prima parola d’amore dopo una parentesi lunga interi secoli.
Ogni coppia ha la freschezza di qualcosa che non è mai stato e che inizia solo adesso.
(Fabrizio Caramagna)

Ci sono amori che non hanno nessun fondamento, nessun peso, nessuna durata.
Stanno tutti dentro un inizio, un volo, un fremito di ali.
Sono gli amori più preziosi e più poveri del mondo.
Ti svegli un mattino e non ci sono più.
(Fabrizio Caramagna)

E’ solo più tardi che si scopre un bacio è stato una breve escursione, l’inizio di un lungo viaggio o un soffio che si sposta – forse per sempre – in una nuova dimora
(Fabrizio Caramagna)

I primi momenti di una conoscenza, quando due persone estraggono gli strumenti musicali e cercano di accordarsi sulle note. Alcuni di loro diranno che la musica migliore che hanno suonato è in quell’inizio.
(Fabrizio Caramagna)

In amore, all’inizio gli istanti sembrano magici, poi sembrano solo istanti e poi alla fine non sembrano più niente. E’ come soffiarsi sul palmo della mano, e sulla mano non c’è nulla. E’ sparita ogni illusione.
(Fabrizio Caramagna)

Giornate in cui tutto è aperto e niente varca la soglia. Tutto è afferrato e niente stretto. Tutto è iniziato e niente concluso
(Fabrizio Caramagna)

Le felicità esiste: una terrazza sul mare, la scia di un tramonto, un libro da finire e una stagione da iniziare.
(Fabrizio Caramagna)

Forse l’amore ha bisogno di litigi e silenzi e lontananze per rinascere di nuovo, e ricominciare da capo, e riscoprire tutte le scoperte già fatte, i primi baci e i primi abbracci, gli sguardi e le parole, e le gioie e i desideri. Così come rinascono le foglie di un albero, e l’albero è ancora lo stesso, ma è un altro.
(Fabrizio Caramagna)

Quando inizi a rimettere i colori nei tubetti, gli strumenti musicali nelle custodie, gli orizzonti sotto il ripiano della finestra. Deve essere così che comincia la vecchiaia.
(Fabrizio Caramagna)

Quando arriverai alla fine di quello che devi soffrire, sarai all’inizio di quello che devi conoscere.
(Fabrizio Caramagna)

Invidio i numeri che dopo la sottrazione sanno ricominciare da capo.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sui tulipani

Frasi e aforismi sui tulipani, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui fiori e Frasi e aforismi sulla primavera.

In un campo di tulipani i colori escono sempre dai margini e vanno a colorare il cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Che faccio oggi?
Intreccio il vento con i tulipani e creo capelli spettinati e sentieri nell’erba.
(Fabrizio Caramagna)

Stai attento se l’hai conosciuta in un giorno di primavera, i tulipani e le rose potrebbero volerla indietro.
(Fabrizio Caramagna)

I miei tulipani rossi, arancioni e gialli hanno lasciato cadere i loro petali: sembra che un pavone sul punto di morire abbia attraversato le stanze, sparpagliando piume variopinte sul cammino.
(Fabrizio Caramagna)

Ti lascio questo bouquet.
Ci sono tulipani colorati, con tracce di magia, e rose piene di promesse che so che manterranno.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul figlio

Frasi e aforismi sul figlio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui bambini.

Dì a tuo figlio che è bello e ha gli occhi pieni di colori, portalo a vedere i prati quando fioriscono e leggigli un libro prima di dormire.
Incoraggialo anche a scrivere poesie e spiegagli come si fa a cancellare il “giammai” e allungare a dismisura le sillabe e gli spazi del “si può”. E se è un sognatore insegnagli a fare le prime passeggiate sulle nuvole.
E soprattutto ascoltalo quando il vento degli anni è più forte e si porta via le parole e le certezze.
(Fabrizio Caramagna)

Un bambino sulle spalle di suo padre: nessuna piramide o colonna dell’antichità è più alta
(Fabrizio Caramagna)

Una mamma che solleva il bambino e lo porta all’altezza dei suoi occhi. Oggi l’universo non ha altra prospettiva, altro asse, altro centro che questo
(Fabrizio Caramagna)

Affidare l’orologio della propria vita nelle mani di un figlio, in un pomeriggio di giochi: quando lo si riprende è di nuovo luminoso e segna tutti i secondi.
(Fabrizio Caramagna)

Crescere un figlio
è avanzare verso il futuro e tornare indietro nel passato.
E’ fare progetti e provare ricordi,
è essere adulto e bambino,
come un cavallo a dondolo
che ondeggia nella stanza del tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Fare il letto al proprio figlio, e pensare a tutti i sogni che sono passati tra le pieghe del cuscino e di cui non si saprà mai niente
(Fabrizio Caramagna)

Con gioia e scoramento, osservare i propri figli mettere fili colorati e luminosi nell’arazzo dei loro anni, mentre i nostri fili, ormai logori, si sfilano a poco a poco.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul papà e il padre

Frasi e aforismi sul papà e il padre, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sulla mamma e la madre.

Un bambino sulle spalle di suo padre: nessuna piramide o colonna dell’antichità è più alta
(Fabrizio Caramagna)

Mio padre che mi prende il viso tra le mani e sorride. Ci guardiamo con quello sguardo che non dice niente ma dice tutto a chi lo sa. E le cose più belle sono lì dentro.
(Fabrizio Caramagna)

Un padre è qualcuno che ti prende in braccio e ti insegna a ridere. Qualcuno che quando chiudi gli occhi puoi sentire il suo cuore battere nel tuo. Qualcuno che con la sua mano grande come il cielo ti indica la strada. Qualcuno che, basta un soffio appena nei polmoni, per toglierti ogni paura. Che grande forza che ha un padre.
(Fabrizio Caramagna)

Tra me e mio padre non esisteva il ciao.
Esistevo io che gli saltavo al collo e lui che sorrideva.
E la sua mano posata sulla mia spalla a darmi protezione.
(Fabrizio Caramagna)

La relazione padre e figlio è congiunzione, armonia di punto e virgola, del punto che sostiene e protegge e della virgola che cerca nuovi spazi e nuove possibilità.
(Fabrizio Caramagna)

Una madre nasce contemporaneamente a suo figlio. Un padre a volte aspetta degli anni prima di nascere.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sulla mamma e la madre

Frasi e aforismi sulla mamma e la madre, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sul papà e il padre.

Una mamma che solleva il bambino e lo porta all’altezza dei suoi occhi. Oggi l’universo non ha altra prospettiva, altro asse, altro centro che questo
(Fabrizio Caramagna)

Mamma è colei che alle prime tue domande – che cos’è il morire, che cos’è il domani – ti risponde con un sorriso luminoso, colei che ti soffia sulle palpebre e ti fa volare via il buio.
(Fabrizio Caramagna)

Per ognuno di noi esiste un punto di riferimento. Vero, puro. Il mio è 50 anni di vita assieme. 50 anni d’amore. Di costruzione, sostegno, fiducia, rispetto. Giorno dopo giorno, passo dopo passo. A te, mamma, come figlio, la mia gratitudine e amore.
(Fabrizio Caramagna)

Quando una madre piange, anche Dio si avvicina ad ascoltare.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi su innamoramento e innamorarsi

Frasi e aforismi su innamoramento e innamorarsi, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sul vero amore.

E all’improvviso diventiamo per qualcuno il luogo più sicuro della terra, lo spartito su cui i battiti del cuore vanno di nuovo a ritmo, il tentativo meglio riuscito di essere felici.
All’improvviso amiamo e veniamo amati.
(Fabrizio Caramagna)

Ci innamoriamo ancora una volta e di nuovo si apre la spirale del cuore e dentro corrono melodie, risate, fiori e ali, e il mondo è come una festa e al centro c’è solo il nostro danzare.
(Fabrizio Caramagna)

Innamorarsi è dire addio alle vecchie abitudini, ai vecchi gesti, ai vecchi spazi. E’ una migrazione di stelle e lune e orbite da una galassia all’altra.
(Fabrizio Caramagna)

Di quelle sere che guardi il cielo e pensi che i colori sono quelli giusti per racchiudere la giornata dentro gli occhi di chi ami.
(Fabrizio Caramagna)

Innamorarsi è come essere su un ottovolante che sale soltanto.
E ci sono delle salite che ti sparano verso le stelle con tutta la loro forza centrifuga.
(Fabrizio Caramagna)

Ti porto in un posto dove non sei mai stata.
Lì puoi innamorarti di me
e a tutto il resto ci pensa il vento.
(Fabrizio Caramagna)

Io tra tutte le foglie dell’autunno, so riconoscere l’unica che invece di cadere, ha provato a volare.
E so anche innamorarmene.
(Fabrizio Caramagna)

Non darmi il tuo corpo modellato dalla palestra.
Dammi occhi che raccontano una storia, una mente aperta e ribelle e un cuore che sente. E poi portami in un prato e mostrami come ogni filo d’erba si piega in modo diverso a seconda del vento e della luce.
Allora sì, mi potrò innamorare.
(Fabrizio Caramagna)

Non si dice “ho paura di amare”.
Si dice “ho paura di scoprire che qualcuno mi piace a tal punto che potrei innamorarmene così fortemente da rinunciare a una parte di me stesso”.
(Fabrizio Caramagna)

Comunichiamo via chat ma non abbastanza perché si possa chiamare comunicazione.
Raccontiamo la nostra vita ma non abbastanza da far venir voglia di viverla.
E a volte, via chat, ci innamoriamo anche ma non abbastanza da chiamarlo amore.
(Fabrizio Caramagna)

L’uomo si innamora del corpo di una donna, e poi scopre che c’è di più.
La donna si innamora della mente dell’uomo, e poi scopre che c’è di meno.
L’amore è la storia di due incomprensioni.
(Fabrizio Caramagna)

Ci innamoriamo di cose che non ci corrispondono.
Forse un giorno l’universo tornerà ad amarci,
ma adesso ha troppe galassie e stelle che scintillano tra le sue mani.
(Fabrizio Caramagna)

Quanti amori impossibili:
la ballerina del carillon innamorata della musica rock,
la mano sinistra innamorata del guanto destro,
il girasole della luna.
(Fabrizio Caramagna)

Le risate improvvise di due innamorati nel buio della notte. Le parole senza senso e le frasi strampalate che solo loro capiscono. I gesti delle mani sul petto, ad accogliere, a proteggere.
Forse è di tutto questo che sarà fatta la loro nostalgia.
(Fabrizio Caramagna)

C’è troppo amore al mondo.
Incontri, innamoramenti, delusioni, presenze, assenze e il cuore batte all’impazzata.
A volte penso che il paradiso sia un posto dove si è felici perché non ci si innamora più.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul ciclamino

Frasi e aforismi sul ciclamino, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati Frasi e aforismi sui fiori.

– Cosa hai fatto oggi?
– Ho visto un ciclamino, ho catturato un frammento di cielo e ho sorriso di me stesso mentre tentavo di scappare dalle mie paure.
(Fabrizio Caramagna)

Mi piace la parola ciclamino. Di tutti i fiori è la parola più timida e delicata.
(Fabrizio Caramagna)

Scegli.
La confortante normalità del ciclamino o la verticalità provocatrice del girasole?
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sull’educazione

Frasi e aforismi sull’educazione, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sulla gentilezza.

Non dimenticare mai la buona educazione: apre molte porte, chiude molte bocche, rende gli occhi più luminosi e si abbina con tutto.
(Fabrizio Caramagna)

Dovremmo riempire il cuore di gentilezza, la bocca di educazione, le mani di accoglienza e la testa di buoni libri.
Forse solo così potremmo tornare a essere umani.
(Fabrizio Caramagna)

La sensibilità scambiata per goffaggine, l’educazione per debolezza, il sognare a occhi aperti per follia.
E non è che tu taci e non dici niente, è che non te la senti di essere maleducato e ti lasci spolpare.
Che il mondo è dei furbi e degli arroganti, qualcuno l’ha già detto?
(Fabrizio Caramagna)

La maleducazione non si accontenta di mostrarsi. Ha le ambizioni di una primadonna.
(Fabrizio Caramagna)

Frasi e Aforismi

Frasi e aforismi sul ghiaccio

Frasi e aforismi sul ghiaccio, scritti da Fabrizio Caramagna. Tra i temi correlati si veda Frasi e aforismi sulla brina e Frasi e aforismi sulla neve.

Nella vita ho incontrato persone che erano dei ghiacci ardenti. E altre che erano dei vulcani freddi.
(Fabrizio Caramagna)

Sopra la terra, l’inverno è ghiaccio e freddo e venti intrattabili e giornate senza uscita.
Ma sotto la terra fa un lavoro silenzioso e paziente che nessuno nota. Reimpasta le zolle, custodisce il silenzio dei semi, prepara la primavera.
(Fabrizio Caramagna)

Vieni, che ti faccio vedere come tengo tutte queste emozioni in equilibrio sul filo di ghiaccio dell’inverno.
(Fabrizio Caramagna)

Fammi ancora quel gioco che fa sciogliere i ghiacciai
e capovolge le correnti ascensionali
e fa venire le stelle a guardarci più da vicino.
(Fabrizio Caramagna)

Oggi la mia disperazione è così.
In ginocchio
in un giardino d’inverno
scavando freneticamente nel ghiaccio
per cercare antiche promesse.
(Fabrizio Caramagna)

Il ghiacciaio è un testo sacro che ha assorbito tutta la luce dei secoli. Chi lo legge sa che si trova davanti a uno dei testi più antichi del mondo. Lì dentro ci sono segni di migliaia e migliaia di anni fa. Sono conservati persino il primo vento e la prima goccia d’acqua.
(Fabrizio Caramagna)

Gli iceberg sono immense architetture fantastiche fatte di ghiaccio, di misteri e di paure.
(Fabrizio Caramagna)